2013-14 – 1ª Cat. Ribolla – Ponte d’Arbia 1-0

1ª CATEGORIA 2013-14    Gara 22 settembre 2013

RIBOLLA – PONTE D’ARBIA  2-2

RIBOLLA: S. Santini, Bruno, De Rose, Ferrari, Franchi, Senserini, Marri, F. Santini, Boschi (88′ Salvatore), Pedone, Pieri (74′ Burioni). A disp.: Bianchini, Meconcelli, Magnani, Cozzolino, Ceccarelli. All.: Scheggi.
PONTE D’ARBIA: Lorenzetti, Sorrentino, Sampieri, Benocci, Camara, Binarelli (74′ Gurguska), Padrini (87′ Sacchi), Fantini, Forzoni, Manatti, Tornesi (63′ Brizzi). A disp.: Anselmi, Cortonesi, Tomei, Rubegni. All.: Fedeli.
ARBITRO: Stefano Berria di Livorno.
RETI: 
40’ (R) Pedone.
NOTE: espulso Sorrentino 50′ per doppia ammonizione.

L’arb. Berria.
Esordio interno vincente per il Ribolla di Mr. Scheggi, che oggi guidava i suoi da oltre la recinzione per la squalifica rimediata in seguito alla sconfitta di domenica scorsa a S. Quirico d’Orcia.
Poche le emozioni per larga parte del  primo tempo, con portieri pressoché inoperosi. Alla mezzora è Boschi con una fiammata dal limite, a scaldare i guantoni a Lorenzetti che vola a deviare in angolo. Prima del riposo arriva il gol partita. Al 38′ Pieri lanciato in area viene stretto tra Fantini e Sorrentino che per l’arbitro commette fallo da rigore. Dal dischetto Pedone non sbaglia e porta in vantaggio i locali. Gli ospiti reagiscono con un tiro-cross dalla distanza di Forzoni con Santini che mette in angolo. Il Ribolla si riporta in avanti e Pedone sfiora il raddoppio su acrobatica rovesciata. Pieri di nuovo in evidenza al 44′, la palla scorre sulla destra per Boschi che va al tiro di poco a lato.
A inizio ripresa Sorrentino tenta di correggere in rete con la mano uno spiovente in area e si becca il secondo giallo con doccia anticipata. I suoi però non si dànno per vinti e anzi moltiplicano le forze per riacciuffare il pareggio. Santini devia in corner una punizione di Manatti e sull’altro fronte Boschi colpisce l’esterno della rete. Il Ponte d’Arbia aumenta la pressione offensiva, il Ribolla risponde solo in contropiede ma senza concretezza ed è costretto a soffrire fino al triplice fischio finale prima di poter esultare per la preziosa vittoria.
(© Foto LINICCHI) Per avere le FOTO per pubblicazioni editoriali ORDINA
VIETATA QUALSIASI PUBBLICAZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE e SENZA SPECIFICARE: “da www.maremmapress.it”

Correlati