2019-20 – 1ª Cat. Albinia – Gracciano 4-0

1ª CATEGORIA 2019-20    Gara 1 marzo 2020

ALBINIA – GRACCIANO  4-0

ALBINIA: Bigoni, Bartalucci, Rosati, Sgherri, Amorevoli (90′ Lava), Agnelli, A. Amorfini (43′ Harea), Tamalio (60′ Pira), Anichini, Angelini (86′ N. Amorfini), Scozzafava (67′ Masini). A disp.: Leye, Delle Piane, Salvestroni. All.: Luciano Tommasi.
GRACCIANO: Mastrandrea (82′ Deja), Mezzedimi (75′ Feti), Bellini, Masini, Fazzuoli, Colibazzi, Romagnoli, Cavuoti (68′ Corcione), Am. Conforti (62′ Fofana), Varone, Tonizzo. A disp.: Cellesi, Rollo. All.: Al. Alessandro Conforti.
ARBITRO: Driton Ibraimi di Piombino.
RETI: 11’ (R), 42’ , 45’, 49′ Angelini.
NOTE: 
 

L’arb.  Ibraimi.
La quaterna di Federico Angelini vale il primato personale nella classifica cannonieri, ma non è sufficiente all’Albinia per festeggiare in anticipo la vittoria del campionato e il ritorno in Promozione. Il Pienza tiene il passo e rimanda probabilmente di una settimana la festa rossoblu. Sotto una fastidiosa pioggerella e vento, i padroni di casa partono in tromba e al 3′ un gran tiro di Rosati è messo in angolo da Mastrandrea che sul corner ribatte su Angelini. Passa un solo minuto e Amorfini impegna ancora l’estremo ospite alla respinta, con Angelini e Scozzafava che mancano il tap in. Il Gracciano risponde con una fuga di Romagnoli fermato in uscita bassa da Bigoni. Al 12′ per un mani in area l’arbitro assegna il penalty ai locali e Angelini dal dischetto sblocca il risultato. Al 15′ ancora ospiti al tiro con Tonizzo, Bigoni alza in corner forse con l’aiuto della traversa. Al 36′ Angelini ci prova su calcio piazzato ma trova Mastrandrea reattivo che salva in angolo. Nel finale di tempo l’Albinia chiude la partita con due gol di Angelini. A inizio ripresa il numero 10 locale va ancora in rete e firma il poker personale. La gara procede senza particolari emozioni e solo nel finale l’Albinia va vicino più volte al gol. Al 75′ Angelini serve Masini che manca l’aggancio davanti al portiere. Poco dopo Masini con un diagonale rasoterra sfiora il palo. Al 78′ Pira entra in area da destra e conclude in porta ma Mastrandrea para. A pochi minuti dal termine, Mastrandrea lascia il posto al secondo Deja. Ultima partita per problemi di lavoro per il portiere ospite che lascia il campo salutato da compagni e avversari e dagli applausi del pubblico. Di lì a poco arriva il triplice fischio con i giocatori rossoblu che corrono verso i loro tifosi, l’antipasto per i festeggiamenti finali. 

(© Foto LINICCHI) Per avere le FOTO per pubblicazioni editoriali ORDINA
VIETATA QUALSIASI PUBBLICAZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE e SENZA SPECIFICARE: “da www.maremmapress.it”

Correlati